Verdicchio Quaresima, ritorno alle origini

0
887
views
Partner Wine e Quaresima

Incontrare l’azienda Quaresima è stata una delle esperienze che restano, perché il fattore umano viene prima delle vigne, della storia, dei prodotti.

L’esperienza di visitare l’azienda Quaresima è una di quelle che ti porti dietro, innanzitutto l’originalità e la schiettezza del rapporto che si riesce a creare con Fabrizio, uomo educato ma diretto, che ha il potere di coinvolgerti guardando dritto negli occhi. E’ la schiettezza dell’agricoltore marchigiano che prevale su tutto, che pone la storia e la tradizione prima dei prodotti e dei fatturati. Mi accoglie cordialmente sull’uscio della sua cantina e subito non parliamo di aziende, di prodotti, ma di storia. La storia della sua famiglia, da oltre 250 anni impegnata nel duro lavoro della vinificazione, una delle prime.

Siamo a Cupramontana, la zona del Verdicchio Classico, quella storica per intenderci. “Qui è nato il verdicchio uno dei bianchi più nobili d’Italia. Su queste colline già ai tempi dei romani si coltivava la vite” ci racconta Fabrizio, mostrandoci uno scorcio di panorama dei più belli che si possono vedere in questa regione, una continuità di colline segnate dai filari delle vigne che si susseguono sino all’orizzonte illuminati dal tiepido sole di una bellissima giornata d’autunno.

Mi mostra con un breve gesto San Michele la contrada di Cupramontana dove si narra che i romani piantarono le prime viti di questo nettare.

Fabrizio e la famiglia Quaresima, sono più che coltivatori i custodi di una tradizione che tramandano di generazione in generazione, in questi anni non hanno pensato ai fatturati, ma a tramandare il messaggio della qualità.

Di grande qualità infatti sono i vini che assaggio su un tavolo da cucina semplice, come quella dei miei nonni. Qui il tempo è fermo, non ha valore, sono altre le cose di cui parlare, su cui concentrarsi. Il verdicchio Quaresima, lo senti subito, sin dal primo sorso ha un gusto affascinante, ti colpisce per la sua grande unicità.

Dal semplice Verdicchio “Filello” al Diamante top della gamma. Ad ogni sorso, vieni coinvolto da un senso di piacere e di unicità.

Assaggiare questa vini e brindare ai momenti della vita può rappresentare un’esperienza unica e indimenticabile che non capita spesso, definirei sicuramente irripetibile.

Torno a casa felice d’aver conosciuto persone che pongono l’amore per la tradizione e per la propria terra prima di tutto. Una piacevole esperienza, amplificata dalla schiettezza del rapporto umano che noi marchigiani abbiamo sempre messo al primo posto, sta a noi giovani non dimenticarcene.

Acquista i vini Quaresima

Diamante Verdicchio Classico Superiore