COSTINE CON I CARDI E VINO ROSSO

0
382
views
casanostra e costine

L’abbinamento proposto questa settimana vi potrà sembrare strano considerando che siamo in prossimità dell’arrivo della primavera, continuando a leggere scoprirete come alcuni ingredienti con il cardo siano ancora più gustosi dopo il lungo freddo invernale.

A dire la verità la condizione ottimale per il cardo è il freddo. Così come succede con il cavolo nero, anche le coste del cardo sono più tenere e gustose dopo una gelata.

Il risultato è un incrocio strepitoso tra lo stuzzicante sapore amarognolo dei cardi e la dolcezza delle costine di maiale, tra la morbidezza della carne e la ruvidezza del cardo.

Il vino che vi consigliamo da abbinare a questo piatto è sicuramente un buon vino rosso, mediamente corposo, ma che riesce a far trovare il giusto equilibrio con questo piatto.

Casanostra, dell’azienda Vallerosa Bonci, è un marche rosso igt, è un vino che viene prodotto da più di trent’anni, prodotto con uve in prevalena Montepulciano, e per il resto Sangiovese.

casanostra marche rosso igt vallerosa bonci

costolette_cardi_stefania_callegari

Ingredienti

1 kg di cardi, 500 gr di costine tagliate a pezzi,  1 cucchiaio di passata di pomodoro, erbe miste (alloro, rosmarino, salvia), 2 spicchi d’aglio, vino bianco, olio d’oliva, sale, pepe

Pulite i cardi, togliendo le foglie e la parte esterna filamentosa della costola. Tagliateli a pezzi e gettateli in una ciotola d’acqua acidulata con limone. Portate  a ebollizione una pentola capiente di acqua leggermente salata e fate scottare per pochi minuti i cardi. Scolateli e metteteli da parte.

In un tegame piuttosto grande, fate scaldare un filo di olio, poi aggiungete il trito di erbette e aglio facendo bene attenzione a non farlo scurire. Aggiungete il cucchiaio di conserva e mettete le costolette a rosolare bene su tutti i lati, mescolate ancora per qualche minuto per far insaporire, quindi spruzzate di vino bianco, lasciate evaporare e infine, salate poco e coprite il tutto di acqua. Fate riprendere il bollore, abbassate la fiamma, chiudete col coperchio e continuate a cuocere per circa un’ora, mescolando di tanto in tanto.

Quando la carne comincerà ad essere tenera, aggiungete i cardi, e controllate la cottura più frequentemente, se i cardi hanno ancora molta acqua al loro interno la rilasceranno nella carne, altrimenti potreste aver bisogno di aggiungere ancora acqua.

Assaggiate e regolate di sale e pepe, quando i cardi avranno legato bene con il fondo di cottura e riuscirete a staccare la carne dalle costolette, è pronto!